Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Navigandolo ne accetti l'utilizzo. Per avere maggiori informazioni puoi consultare la nostra Privacy PolicyAccetta

Ecco perché (e come) fare video marketing nel 2017


Video online: un po’ di dati

Il 2017 sarà l’anno del video marketing: stando ad una ricerca effettuata da HighQ, i video arriveranno a rappresentare il 74% del traffico totale di Internet. E questo non deve certo stupire, in quanto è sufficiente aprire i principali social network per rendersi conto di quanto ormai la la sequenza animata abbia preso il sopravvento sugli altri tipi di comunicazione. Già oggi il 55% degli utenti guarda almeno un video ogni singolo giorno, con oltre 500 milioni di persone che quotidianamente guardano filmati su Facebook.

Il potere del video marketing

Certo, in queste cifre rientrano anche i tanti – probabilmente troppi – filmati di gattini alla ricerca di like… ma parliamo solo di una fetta del traffico, oltre alla quale c’è molto di più: basti pensare che il 75% dei business executive guarda video online ogni singola settimana, portando così il video marketing ad essere uno dei più potenti mezzi per promuovere la propria azienda, sia nel B2C che nel B2B. Tutto questo sta ovviamente portando le imprese a correre in massa verso le meraviglie del video marketing: il 96% delle aziende B2B, infatti, ha pianificato di usare dei video nelle proprie campagne di content marketing del 2017.

La differenza tra il lavoro di una troupe … e quello di un videomaker

Attenzione però: le statistiche ci dicono che sì, il video marketing è uno strumento promozionale da non lasciarsi sfuggire, ma ci dicono anche che tutti i potenziali concorrenti stanno probabilmente pensando di battere a loro volta la strada del video corporate. Per essere sicuri di emergere dalla massa e per riuscire a suscitare negli utenti quell’emozione in grado di fare davvero la differenza è dunque necessario affidarsi a dei professionisti del settore.

Qualche anno fa con un video aziendale effettuato con una reflex da un qualsiasi videomaker poco più che improvvisato avrebbe forse portato dei risultati al tuo business: oggi gli utenti, e quindi anche i tuoi clienti, pretendono molto di più. Da una parte infatti il pubblico è assuefatto ai video online, e pretende quindi quel qualcosa in più per dedicare la propria attenzione alla tua azienda e non alle altre; dall’altra, invece, è diventato più scaltro, e fiuta ad un chilometro di distanza una produzione poco più amatoriale.

Quella che ti proponiamo noi è invece una produzione video realizzata da professionisti del settore, con una vera e propria troupe al servizio della tua azienda: il tuo brand non ha bisogno dell’ennesimo filmino dozzinale che qualsiasi ragazzino armato di reflex riuscirebbe a fare. No, ha bisogno delle luci giuste, di una regia attenta, di un racconto che tenga, di un montaggio perfetto, di una colonna sonora adatta, insomma, di una vera e propria grammatica del linguaggio cinematografico: è questa la differenza tra il fare un video a basso costo ed esaltare realmente la propria azienda con un video corporate professionale sapientemente inserito in una vera strategia di video marketing.

L’81% dei brand, ormai, ospita un video nel proprio sito web: la domanda non è più ormai, se fare o meno video marketing. Quello che ti devi domandare, piuttosto, è se farlo nel modo giusto o nel modo sbagliato. Non dimenticartelo: un video esalta un’azienda sia nel bene che nel male, e solo se il tipo di luce, il racconto, la prospettiva e l’inquadratura saranno esatti, la tua azienda potrà sfruttare in pieno questo beneficio.

Comments are closed.

Reviews
recensioni
Thirty Seconds Milano - Video Music Event ha una media voti di 4.8 stelle su 5 avendo ricevuto 26 recensioni di 26 utenti visualizzabili qui
Follow Us