Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Navigandolo ne accetti l'utilizzo. Per avere maggiori informazioni puoi consultare la nostra Privacy PolicyAccetta

Come – e perché – dovresti fare video su Instagram?


Già da tempo Instagram ha cessato di essere la novità usata solamente dagli utenti più social e più attratti dalla fotografia. Insomma, questo social network è entrato ormai a far parte del nostro quotidiano, accompagnandoci dalla colazione (con foto di cappuccio e cornetto) fino alle cene romantiche (con foto di rigore alla candela accesa in tavola e alle pietanze più originali). Insomma, Instagram non è più un elemento marginale, né nella vita degli utenti né in quella delle aziende, ed è per questo che oggi chi vuole fare del web marketing efficace non può fare a meno di strizzare l’occhiolino anche in questa direzione. Per questo, oggi spiegheremo il perché chi si occupa di social media management non può sottrarsi dallo studio di Instagram, ma non solo: oggi vedremo anche tutte le potenzialità dei video su Instagram.

Perché parliamo di video su Instagram?

A giugno 2017, gli utenti attivi mensili su questo social media erano 14 milioni. Quelli attivi a livello mondiale, invece, sono più di 700 milioni. Insomma, la massa degli utenti addicted è davvero smisurata, con un aumento forsennato negli ultimi anni, anche grazie all’introduzione delle Stories e dei filmati. Ma perché Instagram, che era nato per la condivisione delle sole immagini, si è convertito via via ai video? Semplice: perché i video attraggono molte più persone, e aumentano a dismisura il numero di visualizzazioni. Del resto abbiamo già parlato altrove della potenza innata del video marketing: un’immagine vale più di 1000 parole… figuriamoci cosa può fare un video!

Le caratteristiche fondamentali dei video su Instagram

Ma cosa deve fare un’azienda prima di iniziare a postare video su Instagram? Ovviamente alcuni passaggi sono comuni alle strategie di video marketing già viste per altri social network, ma non tutti. Per prima cosa è ovviamente necessario capire quali sono i nostri obiettivi: si vuole aumentare i follower, oppure si desidera magari far fare un salto alla brand reputation dell’azienda?

Bisogna inoltre mettersi ben in testa che Instagram non è YouTube, né un canale televisivo, e quindi la produzione dei video promozionali o aziendali deve essere fatta considerando il limite massimo caratteristico dei filmati di questo social, ovvero 60 secondi. Altro punto da non sottovalutare è che anche su Instagram, come del resto su Facebook, i filmati partono in modo automatico senza audio. Nel produrre il video, dunque, è necessario pensare ad un’utenza che potrebbe dover fare a meno dell’audio.

Ecco un esempio di video breve per Instagram

Strumenti caratterizzanti di Instagram sono inoltre le Stories e gli hashtag: entrambi vanno però sfruttati in modo sapiente. Gli hashtag non devono limitarsi ad essere in linea con i trend, ma devono anche essere coerenti con il contenuto proposto. Per quanto riguarda le Instagram Stories, beh, con la loro peculiare transitorietà – spariscono dopo 24 ore – non possono che essere il banco di prova per registi e sceneggiatori particolarmente creativi! Ecco, queste sono alcune delle cose fondamentali da pensare prima di pubblicare dei video su Instagram. Ma non è tutto qui.

La differenza della produzione video professionale

Come si diceva, non è tutto qui: alla base di una vincente strategia video su Instagram ci devono ovviamente essere dei contenuti, e quindi dei filmati aziendali e promozionali, di qualità. Questo perché ogni ora vengono pubblicati migliaia di video, e per essere in grado di prevalere su tutti gli altri – soprattutto su quello della concorrenza – è necessario presentare un video capace di coinvolgere fin da subito l’utente, che dovrebbe restare bloccato fin dal primo secondo di filmato. Parliamo di video di prodotto, di un brevissimo video aziendale capace di riassumere il vostro brand o la vostra storia, oppure di un oculato branded video content. In tutti i casi, avvalersi di professionisti per l’ideazione, per la creazione e per la distribuzione di questi video è fondamentale: come si può pensare di rapire l’attenzione del pubblico in una manciata di secondi con un video di qualità amatoriale e senza nerbo, quando quello stesso pubblico è abituato a video promozionali e spot commerciali girati da registi del calibro di Ridley Scott, Spike Lee, Alejandro González Iñárritu, David Fincher, David Lynch e Wes Anderson?

Trasforma la tua strategia di video marketing in un vero successo: approfitta delle creatività e della competenza di oltre 25 anni di Thirty Seconds Milano!

Comments are closed.

Reviews
recensioni
Thirty Seconds Milano - Video Music Event ha una media voti di 5 stelle su 5 avendo ricevuto 27 recensioni di 27 utenti visualizzabili qui
Follow Us